IL PENSIERO MEDITERRANEO

Incontri di Culture sulle sponde del mediterraneo – Rivista Culturale online

Serata conclusiva “Decanta Dante”

di Stefania Carofalo

Ieri sera si è tenuto l’ evento on line organizzato dai docenti Rosa Anna Valletta e Mario Graziuso dell’Università Popolare Aldo Vallone di Galatina Call for Dante.

Locandina a sfondo viola dell'evento con scritte e piccole imagini
Locandina dell’evento Call for Dante (immagine dell’Università Popolare Aldo Vallone di Galatina)

Beatrice Stasi, docente e presidente dell’università, ha introdotto e condotto la videoconferenza che ha visto l’alternarsi di docenti, poeti, attori e operatori culturali nel commemorare Dante Alighieri per i 700 anni dalla sua morte.

Ospite della serata Giancarlo Vallone, docente di Storia del Diritto Medievale e Moderno all’Università del Salento e figlio del compianto Aldo a cui è intitolata l’Università, e che ha illustrato come nella Divina Commedia, Dante abbia espresso il suo pensiero politico.

E’ seguito l’intervento degli organizzatori: Rosa Anna Valletta e Mario Graziuso  che hanno intitolato il loro intervento O mente che scrivesti ciò ch’io vidi. Si sono alternati con la lettura di alcuni canti della Divina Commedia  attraverso l’analisi della narrazione  e che evidenziano la figura di Dante come poeta visivo e visionario.

L’attrice Anna Dimitri ha interpretato alcuni brani tratti dal saggio Dante di Cesare Marchi, ed ha evidenziato la figura di Dante come uomo comune e del suo impegno nella politica e nell’amore verso Beatrice, nonostante fosse uomo sposato.

La studiosa di cantiche dantesche Daniela Vantaggiato ha declamato alcuni versi del VI^ Canto del Purgatorio, canto che evidenzia la partecipazione del Sommo Poeta, nelle vicende politiche della sua Firenze e in generale delle vicende italiane.

La sottoscritta Stefania Carofalo, ha avuto il piacere di partecipare alla serata. Ho illustrato l’affresco La Divina Commedia illumina Firenze di Domenico Michelini, realizzato per il secondo centenario dalla nascita di Dante, facendone una lettura ed evidenziando come il pittore abbia tradotto in immagini i riferimenti contenuti nel Poema.

Affresco: Dante al centro con il libro aperto in una mano, a destra la citta di Firenze, alle stalle la montagna del Purgatorio e a sinistra l'inferno
Domenico Michelini. Affresco La Divina Commedia Illumina Firenze 1465 (Foto Jastrow)

La Docente di filosofia morale all’Università del Salento e poetessa Lidia Caputo ha recitato con l’intensità recitativa che la contraddistingue, la trascrizione della preghiera Padre Nostro che Dante scrive nei primi 24 versi dell’undicesimo Canto del Purgatorio.

La Professoressa Alessandra Giani ha analizzato la Santa Orazione dell’ultimo Canto del Paradiso che è stata interpretata con pathos dalla poetessa Mariarita Bozzetti.

La serata si è conclusa con la proiezione del video “Suoni di…versi per Dante “ realizzato da Marco e Mattia Graziuso rispettivamente padre e figlio, Marco ha raccontato e declamato sull’incontro tra la parola detta  quella ascoltata, Mattia ha curato le note e un balletto ha deliziato la vista.