25 Novembre 2020

IL PENSIERO MEDITERRANEO

Rivista Culturale online

Città di Cavallino: VI Edizione della Settimana Nazionale Nati per leggere 14-22 novembre 2020

image_pdfimage_print

Una encomiabile iniziativa posta in essere dall’Amministrazione Comunale di Cvallino, giunta alla sua VI Edizione,.

Il 20 novembre ricorrendo la Giornata Internazionale dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza  e Nati per  Leggere, la Città di Cavallino ha voluto dedicare questa settimana alla promozione del diritto alle storie delle bambine e dei bambini.  Si è partiti dalla convinzione che le storie, con le loro parole e le loro immagini, sono una fonte inesauribile di stimoli che, se offerti precocemente e con continuità, incidono profondamente sul percorso di vita di un bambino diventando così quel diritto che Nati per Leggere si impegna a diffondere e a garantire. 

L’Amministrazione comunale di Cavallino, che dal 2008 è impegnata con un progetto locale al fianco del progetto nazionale NpL, attraverso la Biblioteca comunale “G. Rizzo”, vuole mantenere la tradizione e fare un piccolo passo a tutela di questo diritto imprescindibile delle bambine e dei bambini. 

Ciò nonostante la forzata chiusura delle biblioteche, nei prossimi giorni, a far data dal 20 novembre, una operatrice, consegnerà presso il domicilio delle famiglie, il libro dono riservato ai nati nel primo semestre 2020 e residenti a Cavallino e Castromediano

Si comincia dai più piccoli e con loro inaugura il neo istituito servizio di consegna a domicilio, “C’è posta per te”attraverso il quale la Biblioteca potrà continuare a garantire, l’erogazione del servizio di base di prestito e restituzione dei libri, nonostante la chiusura imposta dal recente DPCM. 

S’intitola “C’è posta per te” la prima azione messa in campo dal  Progetto “Leggere tra Due Mari” di cui la Biblioteca Comunale di Cavallino è Partner, sostenuto da  Fondazione CON IL SUD e Centro per il libro e la lettura e nato da un’idea di Libera Compagnia Teatrale Aradeo e Associazione “Amici della Biblioteca”. 

Con l’iniziativa della consegna a domicilio, si amplia e integra il concetto di biblioteca diffusa, che a Cavallino sta prendendo forma grazie anche ai punti lettura (Storybook) collocati nei tre parchi urbani, rafforzando il rapporto di prossimità tra l’istituzione biblioteca e i cittadini.

Riteniamo particolarmente interessante l’idea che la biblioteca diventa un servizio fuori dalle mura e della sua struttura fisica e vada ad incontrare i cittadini non solo nei parchi, luogo eletto di socializzazione, ma sino ai loro domicili.