IL PENSIERO MEDITERRANEO

Incontri di Culture sulle sponde del mediterraneo – Rivista Culturale online

Festeggiamo il Ferragosto dal 18 sec. a. C.

di Stefania Carofalo

Ferragosto nasce come festività pagana che prese origine dalla necessità dei contadini e degli schiavi, di riposarsi dopo il faticoso lavoro nei campi e per ringraziare Conso, il dio della terra e della fertilità il primo giorno di agosto.

 Fu Augusto Ottaviano, primo imperatore romano, a volere e istituire la festa in onore della categoria umile per la quale nutriva molto rispetto. In realtà il periodo di “riposo” durava quasi l’intero mese per via del nutrito calendario di festività.

Particolare scultoreo del volto di Augusto Ottaviano
Augusto Ottaviano (da Internet romanoimpero)

Si organizzavano tutti quei divertimenti tipici dell’epoca come la corsa dei cavalli e degli asini e l’usanza di ricompensare con una mancia, i lavoranti della terra che porgevano gli auguri ai padroni.

Rappresentazione della quadriga romana. Uomo sulla biga trainata da quattro cavalli
Quadriga romana (foto da internet romanoimpero)

In alcune città tutt’oggi si svolge il Palio nel periodo di ferragosto, che consiste nella corsa dei cavalli con fantino e l’aggiudicazione di un premio che, ai tempi, consisteva in un drappo prezioso.

Fotografia a colori del Palio. Corsa di cavalli con fantini e pubblico
Palio (foto da internet Wikipedia)

La chiesa cattolica, nel VII secolo, fissò la festività dell’Assunzione di Maria al 15 agosto (anche se il dogma fu riconosciuto solo nel 1950) e fece coincidere la festività pagana del ferragosto con quella cattolica legata all’Assunzione della Vergine Maria.

Madonna dell'Assunta con braccia aperte, sguardo al cielo e accompagnata dagli angeli
Assunzione in un quadro di Guido Reni (foto da Wikipedia)

Se si volesse trascorrere una giornata all’insegna della cultura e lontano dalle spiagge affollate, ci sono delle valide alternative consultando il sito del Comune di Lecce

https://www.comune.lecce.it/vivi-lecce/musei-e-gallerie