IL PENSIERO MEDITERRANEO

Incontri di Culture sulle sponde del mediterraneo – Rivista Culturale online

Gianni Rodari e l’autunno

di Stefania Carofalo

Oggi ricorre l’anniversario della nascita dello scrittore Gianni Rodari, amato soprattutto dai bambini delle scuole elementari, per le belle filastrocche che restano impresse nella memoria.

La sua vita ricca di esperienze e di dolori gli ha lasciato il dono della fantasia, una fantasia che apprezza e osserva con gli occhi di bambino ogni attimo della quotidianità che lui trasferisce su carta arricchendolo di gioia.

Gatto con foglie secche
Gatto (foto da internet setyourpridetotheside)

Tra le tante sue poesie e filastrocche ne scelgo una legata all’autunno, la stagione che gli ha dato la vita quel 23 ottobre del  1920

Autunno

Il gatto rincorre le foglie
secche sul marciapiede.
Le contende (vive le crede)
alla scopa che le raccoglie.

Quelle che da rami alti
scendono rosse e gialle
sono certo farfalle
che sfidano i suoi salti.

La lenta morte dell’anno
non è per lui che un bel gioco,
e per gli uomini che ne fanno
al tramonto un lieto fuoco.

(Gianni Rodari)

Leggendo questa poesia sembra di vedere proprio quel gatto che gioca con le foglie secche sul marciapiede ed è un’immagine viva, di quelle che possiamo vedere e che ci diverte anche oggi.

Logo APSEC-LECCE
Logo APSEC LECCE