IL PENSIERO MEDITERRANEO

Incontri di Culture sulle sponde del mediterraneo – Rivista Culturale online

Istituita il 26 marzo la giornata nazionale del caffè

Di Elisabetta Sakellariou

Sabato 26 marzo sarà la giornata nazionale del “Rito del caffè espresso italiano”, un fitto programma di iniziative congiunte realizzato dalle comunità che da nord a sud sostengono la candidatura del caffè espresso italiano a patrimonio immateriale dell’umanità.

L’annuncio è stato fatto oggi a margine della conferenza stampa che si è svolta a Roma presso il Ministero delle Politiche agricole, alimentari e forestali, per presentare la candidatura Unesco de “Il caffè espresso italiano fra cultura, socialità, rito e letteratura nelle comunità emblematiche da Venezia a Napoli”.

Sono intervenuti Stefano Patuanelli, Ministro per le Politiche agricole, alimentari e forestali, Gian Marco Centinaio, Sottosegretario per le Politiche agricole, alimentari e forestali, Vincenzo De Luca, Presidente della Regione Campania e Giorgio Caballini di Sassoferrato, Presidente del Consorzio di tutela del caffè espresso italiano tradizionale.

Si è dato ufficialmente avvio alla sottoscrizione della Carta dei valori da parte delle comunità emblematiche di Torino, Milano, Venezia, Trieste, Bologna, Roma, Napoli, Lecce, Pescara, Palermo, Modica che sostengono il dossier di candidatura a patrimonio immateriale dell’Unesco – presentato su iniziativa congiunta della Regione Campania e del Consorzio di tutela del caffè espresso italiano tradizionale.

Ecco il dettaglio delle iniziative congiunte che si svolgeranno sabato 26 marzo in ambito nazionale:

Venezia

– ore 9-20, visite gratuite al caffè Florian;

– ore 9.30- 22-30, Un caffè nella piazza più bella del mondo presso Caffè Lavena;

Trieste

dalle ore 11, apertura al pubblico dei caffè storici e di alcune torrefazioni della città;

Milano

ore 10-17, Giornata nazionale del caffè espresso al Museo Mumac – Museo della macchina per caffè Gruppo Cimbali. Visite e degustazioni;

Torino

ore 10,30 “La Torrefazione del caffè come strumento di inclusione sociale per le persone in limitazione della libertà personale” presso la casa di reclusione;

Bologna

tutto il giorno, “Il principe in centro”, degustazioni all’ombra dei portici del centro storico;

Pescara

tutto il giorno, visite presso alcuni istituti scolastici per illustrare il dossier di candidatura e sensibilizzare i giovani al rito del caffè espresso;

Roma

ore 11-13, presso l’Antico Caffè del Teatro di Marcello dal 1886, Costituzione della Comunità Emblematica di Roma;

Lecce

ore 11.15, evento divulgativo dedicato al caffè espresso italiano presso Lounge Bar 300mila;

Palermo

ore 10-12, apertura della Fabbrica museale del caffè Morettino;

Modica

tutto il giorno, “Il tuo sostegno vale un caffè”: 120 Locali clienti di caffè Moak offriranno un espresso;

Napoli

– ore 9-11, Gran Caffè Gambrinus, racconti sull’usanza del caffè sospeso; ore 17, divulgazione sui segreti della cuccuma;

– ore 9-12, Gran Caffè la Caffettiera, degustazioni di miscele di caffè di tutto il mondo; ore 15-20, esposizione delle più antiche caffettiere;

– ore 10.30-12.30, Lazzarelle bistrot, storie di riscatto dal carcere femminile di Pozzuoli;

– ore 11-13 Teatro Trianon Viviani, presentazione del dossier di candidatura con interventi di accademici, testimonial e collegamenti streaming con le altre comunità;

– ore 12-14, Accademia Medeaterranea presso Mostra d’Oltremare, showcooking con gli istituti alberghieri del territorio;

– tutto il giorno, “Un caffè sospeso per l’Ucraina”, acquistando un caffè sospeso nei bar e ristoranti il ricavato sarà devoluto alla Caritas in favore del popolo ucraino colpito dalla guerra.

In altre città, grazie alla Fipe e ad alcuni Musei dedicati alla storia del caffè, si svolgeranno iniziative volte alla raccolta firme a sostegno della candidatura.

Nel corso di tutte le iniziative verranno raccolte le firme a sostegno della Carta dei Valori.

Separatore di testo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Controllo *