IL PENSIERO MEDITERRANEO

Incontri di Culture sulle sponde del mediterraneo – Rivista Culturale online

La nave più grande del mondo: 458.45 metri

Qualche giorno fa mio nipote di 7 anni, sfogliando un giornaletto mi chiese quale fosse lave più lunga del mondo. Che imbarazzo. Ho cercato nei cassetti della mia memoria ma non sapevo se fosse qualcuna che ricordavo. Alla fine ho fatto una ricerca su internet e mi sono imbattuto nell’articolo di Domingo Jacobs che qui di seguito vi riporto. Ovviamente la nave più grande del mondo non era tra quelle a cui avevo pensato.

La nave gigante ha ricevuto diversi nomi nel corso della sua vita, come Happy Giant, Seawise Giant, Jahre Viking, Knock Nevis e Mont. Era il più grande oggetto in movimento creato dall’uomo fino a quando 2009 non era stato smantellato. Ha avuto il tonnellaggio massimo più alto di oltre 564,000 tonnellate.

Era anche la nave più lunga mai costruita e aveva una cilindrata superiore alle tonnellate 650,000. Le sue grandi dimensioni rendevano impossibile la navigazione sul Canale di Suez, sul Canale di Panama o persino sul Canale della Manica. Come superpetroliera ULCC, aveva un’incredibile lunghezza del corpo di 458.45 me viaggiava a una velocità massima di nodi 16 equivalente a 30km / h.

La costruzione di Seawise Giant è iniziata in 1974 ed è stata completata in 1979. Il processo di costruzione e la costruzione navale sono stati effettuati da Sumitomo Heavy Industries, una società giapponese. La costruzione della nave ha avuto luogo nel cantiere navale Oppama a Yokosuka, Kanagawa in Giappone. Anche dopo che la nave fu costruita, rimase senza nome per un bel po ‘di tempo e fu identificata solo dal numero di scafo-1016.

Durante la guerra tra Iraq e Iran in 1988, la nave fu danneggiata durante un attacco aereo nello Stretto di Hormuz. I resti affondarono nel mare vicino all’isola di Larak dove fu ancorata. Era considerata completamente persa e quasi irrecuperabile. Nonostante il relitto si sia perso nel mare, Norman International ha acquistato il relitto e recuperato. Le riparazioni furono eseguite dalla Keppel Company, una compagnia di Singapore, che riportò la nave e la ribattezzò, Happy Giant.

Happy Giant ha ripreso le operazioni nel mese di ottobre di 1991. Nello stesso anno, un norvegese di nome Jorgen Jahre acquistò l’Happy Giant per un costo totale di $ 39 milioni e lo ribattezzò a Jahre Viking. Da 1991-2004, Jahre Viking ha navigato sotto la bandiera norvegese. La petroliera fu nuovamente acquistata in 2004 dalla First Olsen Tankers che la ribattezzò su Knock Nevis.

Quando la petroliera fu acquistata in 2004 e ribattezzata Knock Nevis, il suo scopo fu ugualmente cambiato in una cisterna ormeggiata utilizzata nei giacimenti petroliferi del Golfo Persico.

La nave fu in seguito ribattezzata Mont dai suoi nuovi proprietari, la Amber Development Corporation, che la rifletté per il suo ultimo viaggio in India, dove sarebbe stata demolita per rottami metallici. Mont è arrivato sulla spiaggia a dicembre 2009 ed è stato rottamato dalla Priyablue Industries.

La sua ancorata massiccia che pesa tonnellate 36 è ora esposta al Museo Marittimo di Hong Kong.