IL PENSIERO MEDITERRANEO

Incontri di Culture sulle sponde del mediterraneo – Rivista Culturale online

Un Libro di Maurizio De Giovanni “Il resto della settimana” editore Rizzoli     

Recensione di Serena Rossi

Romanzo magnifico sulla passione del calcio, che a Napoli è detta “la Malattia” e i  veri tifosi “I Malati”.

Dalla scrittura intelligente e colta, e contemporaneamente molto familiare, di De Giovanni si evince il suo stesso amore per il pallone anche se il personaggio principale del libro in prima persona, U Professo’, è uno scienziato per niente di parte.

La storia è una tessitura di tante trame tutte che girano intorno all’argomento del calcio, sullo sfondo le partite del Napoli o dell’Argentina, lo stadio affollato e il bar di Ciccitello dove lo scienziato studia il fenomeno della fede calcistica.

U Professo’ si siede ad un tavolino del piccolo bar “bugigattolo” e ascolta i vari personaggi che entrano ed hanno voglia di raccontare le loro storie.

Sullo sfondo c’è la cassiera Deborah con la acca che sta sempre attaccata al suo telefonino ma rimane velocissima coi conti e l’amore non corrisposto verso di lei da parte dello sguattero straniero che alla fine si dichiara e la invita ad una importante partita di calcio e Deborah alla fine accetta. Chissà se l’amore tra i due giovani trionferà…

Al centro del romanzo c’è la storia del professo’ che per curiosità scientifica e studio del fenomeno Fede Calcistica va al bar di Ciccitello per ascoltare dal vivo vere vicende a sfondo calcistico che, come dice la guida turistica Maria, di cui il Protagonista si invaghisce e poi si risente “vivo”, il tifo è La Malattia dal nome che dà proprio ad una patologia.

E via via, nella bellissima marinara città di Napoli, caotica e molto italiana, si susseguono storie curiose come quella della piccola Cappelletta pseudo religiosa dove come reliquia è tenuto un capello di un calciatore famoso, Campione del calcio o quella di un ragazzo normale che si ritrova famoso e affermato grazie al rifiuto del corteggiamento di un noto calciatore alla sua pseudo fidanzata Nancy, figlia di un custode e ragazza dal fisico bellissimo.

De Giovanni con la sua scrittura precisa dà delle descrizioni uniche di questi suoi nuovi personaggi, il lettore ne rimane affascinato.

Tutte queste storie si sentono vere, familiari, come gli urli e gli abbracci e i saltelli insieme allo Stadio, veri.

Tanto che U Professo’ si chiede Ma perché scegliersi una passione che può anche fare soffrire? E non solo un hobby come il fai da te?

Maurizio De Giovanni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Controllo *