IL PENSIERO MEDITERRANEO

Incontri di Culture sulle sponde del mediterraneo – Rivista Culturale online

CIHEAM: Centro Internazionale di Alti Studi Agronomici Mediterranei

Il CIHEAM Bari, fondato nel 1962, è organo del Centro Internazionale di Alti Studi Agronomici Mediterranei (CIHEAM), organismo intergovernativo al quale aderiscono tredici paesi Mediterranei: Albania, Algeria, Egitto, Spagna, Francia, Grecia, Italia, Libano, Malta, Marocco, Portogallo, Tunisia e Turchia.

  1. Il CIHEAM Bari è un Istituto per la formazione post laurea, la ricerca scientifica applicata e la progettazione di azioni di partenariato in loco nell’ambito dei programmi di cooperazione internazionale.
    Le attività dell’Istituto vertono su tutte le tematiche collegate con l’agricoltura sostenibile, quali: sicurezza alimentare, riduzione della povertà, rafforzamento istituzionale, uso efficiente delle risorse naturali, aumento della produzione e produttività agricola, promozione dell’agricoltura biologica, sviluppo di sistemi alimentari sostenibili, adattamento al cambiamento climatico, gestione integrata delle zone costiere, empowerment delle donne, pesca e acquacoltura. Il CIHEAM Bari è presente con i propri progetti in più di 20 Stati africani e mediterranei ed il suo network include centinaia di partnership con istituzioni, mondo accademico, società civile ed imprese.
    Il CIHEAM Bari dispone di un campus internazionale situato a Valenzano (BA) e di una sede distaccata a Tricase Porto (LE). Entrambe le sedi ospitano corsi di alta formazione sia di breve che di lunga durata, in presenza o attraverso la modalità distance learning. Il campus di Valenzano include inoltre quattro laboratori, campi sperimentali, serre, un centro documentale e un incubatore di impresa.
  1. Modalità operative di intervento
    Il CIHEAM Bari è attualmente coinvolto in più di 70 progetti transnazionali con partner di circa 45 Paesi e può contare su un network di collaborazioni che comprende circa 300 diverse organizzazioni italiane e straniere (istituzioni, università, centri di ricerca, società civile, imprese). Il modus operandi del CIHEAM Bari si basa su una metodologia partecipatoria bottom-up.
    Nei propri progetti, il CIHEAM Bari si avvale di molteplici strumenti:
    ✓ Conoscenza: intesa come raccolta e messa a sistema di dati e informazioni, anche attraverso l’uso di strumenti di knowledge management, esistenti sui sistemi alimentari e le filiere nei Paesi di intervento (colture, varietà, cicli di produzione, caratterizzazione alimenti, diete, mercati).
    ✓ Formazione in presenza e da remoto, intesa come trasferimento delle conoscenze a figure chiave per l’elaborazione e l’attuazione di politiche nei Paesi di intervento (funzionari centrali e locali, servizi di divulgazione agricola, cooperative, ricercatori, medici).
    ✓ Innovazione, promuovendo l’identificazione di soluzioni sostenibili in linea con le necessità e i contesti nei quali esse saranno applicate, rafforzando la collaborazione tra ricercatori ed enti di ricerca e privilegiando la potenziale trasferibilità delle innovazioni. Tale strumento include anche la “open innovation” e in particolare i processi di design thinking, che si basano su sfide di innovazione lanciate da imprese a giovani innovatori.
    ✓ Assistenza tecnica in presenza e da remoto, per l’accompagnamento delle comunità locali nell’applicazione di nuove conoscence, tecniche e processi.
    |

Alleghiamo qui di seguito il file completo delle attività e della mission del CHEAM:

Separatore di testo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Controllo *