IL PENSIERO MEDITERRANEO

Incontri di Culture sulle sponde del mediterraneo – Rivista Culturale online

Mostra I Colori della Luce- i Colori della Pace e Arcobaleni

Di Serena Rossi

Progetto di ricerca e di mostre di Tiziana Priori nato durante la pandemia

Spazio dell’Orso 16 via dell’Orso 16 Milano a cura di Tiziana Priori e Pino Di Gennaro visitabile fino al 20 marzo 2022 orario 16.30-20

Il colore mi possiede. Non ho bisogno di tentare di afferrarlo. Mi possiede per sempre, lo sento. Questo è il senso dell’ora felice: io e il colore siamo tutt’uno. Sono pittore.  Paul Klee

Gli Artisti in mostra sono: Daniela Barzaghi, Simonetta Chierici, Pino Di Gennaro, Laura Frova, Grazia Gabbini, Pino Lia, Sara Montani e Tiziana Priori con una minipersonale della giovane fotografa Agnese Zanuso e i piccoli libri d’arte dei poeti: Serena Rossi, Claudio Zanini, Annitta Di Mineo e Franca Bernardini e Cristina Malacarne. 

Pino Lia con una sua opera

Parlare dei colori significa accendere una luce sul nostro cammino, restituire all’uomo il diritto alla bellezza, alla pace, a quella serenità che i colori sanno trasmettere. Tra i tanti ricordi di quando eravamo bambini spiccano proprio i colori. I pastelli, ad esempio. Quanti ne abbiamo richiesti ai nostri genitori, quanti ce ne hanno fatto comprare i nostri insegnanti, quanti disegni hanno allietato i momenti belli della nostra giovinezza. Ma perché proprio i colori? Perché i bambini amano così tanto i colori? La risposta può essere complessa, ma anche molto semplice e lineare, perché i bambini vedono il mondo a colori. Il colore è nella natura stessa delle cose, nelle forme, è la caratterizzazione costante della realtà che ci ruota attorno, è la luce che colpisce i nostri occhi.

La nostra vita è a colori. A volte si tinge di bianco, quando esprime purezza, oppure di rosa, quando esprime sensualità e sentimento, di rosso, quando scopre l’intensità dell’amore o l’energia comunicativa della passione, di giallo, quando accoglie l’energia solare e la trasforma in energia umana, di nero e di grigio, quando perde la sua naturale vocazione all’amore e diventa espressione di aridità. Guai se ci svegliassimo in un mondo privo di colore, perderemmo il gusto del bello, la fantasia, l’equilibrio e l’armonia. Il colore ha la grandissima capacità di cambiare il mondo, di renderlo più gradevole, più adatto alle attese di chi viaggia alla ricerca di una dimensione nuova dell’esistenza. Ci sono persone che grazie al colore ritrovano la forza di vivere.

E così entrando in questa bella mostra si viene sommersi da un’epifania di emozioni cromatiche, la location è raffinata e spaziosa e si divide in due piani.

Il tema dei colori è stato ispiratore di questi artisti durante i vari lockdown in tempi pandemici, sette artisti visivi supportati da sette poeti.

Sara Montani ha eseguito superbi lavori di grandi giochi con le carte appena colorate, installati magnificamente in gruppo di sette più altri scacciapensieri, Tiziana Priori espone carte dipinte di colore puro dall’immemorabile gusto etnico, al piano di sotto si trova anche un suo aquilone gigante nello stesso stile che sembra volare anche se appeso strettamente alla parete.

Opera di Sara Montani

Pino Lia espone un grande lavoro fotografico che rappresenta un lavoro eseguito durante una residenza d’artista in Polonia, melting pot delle due tecniche che caratterizzano il suo brillante lavoro, la fotografia della sua ombra e la pittura. La sua attuale ricerca fotografica si denota anche in un bellissimo lavoro pieghevole di fotografia di ombra e colori azzurro-giallo, tutti formati da post it.

Come desiderio tutti gli Artisti hanno esposto una serie di piccoli lavori coi colori della bandiera Ucraina giallo-azzurro e li vendono a prezzi ridotti per poi donare i proventi a favore del popolo ucraino attualmente in guerra.

opere-per-ucraina-2022
Opera per Ucraina 2022

E’ bello vedere movimenti di solidarietà anche tra i miei amici Artisti.

Tornando alla parte visiva il richiestissimo Pino Di Gennaro, esposto ora anche al Museo della Permanente di Milano, anche qui ha già venduto due opere come nella mostra del mese scorso alla galleria Gli eroici furori ed espone delle lance colorate che sembrano di pietra e piccoli manufatti di terracotta poi smaltati a colore, sembrano avere la forma di gusci di crostacei del Mar Rosso.

Simonetta Chierici propone due bellissime caleidoscopiche girandole di tessuto, sembra colorato a mano, sorrette ad asticelle di legno e un interessante grande libro d’artista dedicato a tutti i colori dell’arcobaleno.

Opera di Simonetta Chierici

Daniela Barzaghi invece presenta un’importante installazione fatta di cortecce o materiale di cartapesta sul nero-grigio beige con segni come impronte o piccoli simboli e piccole campiture di colore fluo, un lavoro molto interessante ed attuale, sembra un totem di gusto africano. Invece Grazia Gabbini espone il suo libro d’arte blu già visto nella mostra precedente e una bella scultura astratta di cuore palpitante rosso, carta e ferro sotto plexiglass.

Per finire la brava illustratrice Laura Frova ci affascina con piccole sagome dai colori delicati di animali, forse camaleonti colorati, che per vivere e difendersi appunto usano il gioco dei colori.

Nell’insieme Tiziana Priori e Pino Di Gennaro hanno gestito con sapienza la capacità compositiva e spaziale della location e con gusto raffinato hanno disposto le opere formando uno stimolante percorso percettivo fatto di emozione e sentimento per il bello.  Qui in Orso sedici gli Artisti in mostra hanno portato degli spaccati del loro mondo interiore e della loro attuale ricerca artistica dove il colore è stato il pretesto per restare uniti anche quando non ci potevamo avvicinare gli uni agli altri.

Opera di Tiziana Priori

Così l’arte ha dimostrato di poter superare le barriere e poterci portare in un mondo altro. Un mondo nuovo pieno di colore e speriamo presto anche di pace diffusa nel mondo.

La mostra rimarrà visitabile fino al 20 marzo con orario 16.30-20.        

Alcuni aforismi dei poeti:

Mai fidarsi dell’entusiasmo del rosso; basta un leggero tocco di blu e diventa un viola quaresimale. C. Zanini

Se l’arcobaleno è illusione e l’illusione porta alla libertà, allora non si è altro che una delle probabilità dell’esistenza, che, ignara della realtà, cerca di volare libera – mente nel cielo vicino. F. Bernardini

Addentro la vitalità dei colori essere rinnova e genera sublime. A. Di MineoGiorni di colore e notti agitate. Lasciatemi pensare.

Giorni di colore e notti agitate. Lasciatemi pensare. S. Rossi.

Separatore di testo