IL PENSIERO MEDITERRANEO

Incontri di Culture sulle sponde del mediterraneo – Rivista Culturale online

Aumentata la tassa di Soggiorno dall’Amministrazione Comunale di Lecce

Tanto tuonò che piovve. Forse mai come nel corso del 2020 l’industria turistica e ricettiva in genere è stata sottoposta ad un uragano di così tragiche proporzioni, quale la pandemia, che ha messo in ginocchio migliaia di famiglie, compromettendo il futuro di non poche aziende dedite soprattutto al turismo e alla ristorazione.

Bar e ristoranti chiusi di sera, alberghi vuoti, una stagione estiva al lumicino, in poche parole una vera e propria tragedia che ha colpito inesorabilmente e violentemente la nostra macchina del turismo.

E cosa fa l’Amministrazione Comunale di Lecce per favorirne la ripresa? Aumenta la tassa di soggiorno e la aumenta non di pochi centesimi.

Comprendo che la gestione pubblica non sia una cosa facile soprattutto nel bel mezzo di una pandemia. Concedo tutta la solidarietà di questo mondo ai nostri Amministratori, convenendo che districarsi a far quadrare i costi e i ricavi per le casse comunali non sia cosa facile.

Però, è mio personale parere che la strada seguita non sia molto condivisibile. Non pochi sono già i balzelli che gravano sul turismo e questo contribuirà ad appesantirli.

Siamo disponibili di poter ospitare un chiarimento da parte dei nostri governanti locali, giusto per capire meglio le dinamiche che hanno contribuito a seguire questa strada che ai più non pare la più giusta.

Queste sono le nuove imposte di soggiorno, tratte dal sito ufficiale del Comune di lecce:

Articoli che potrebbero interessarti:

Potrebbero interessarti questi articoli