IL PENSIERO MEDITERRANEO

Incontri di Culture sulle sponde del mediterraneo – Rivista Culturale online

Il pesce in barile

4 min read
Il-pesce-in-barile

Il-pesce-in-barile

di Riccardo Rescio

“fare il pesce in barile, far finta di nulla, non prendere una posizione chiara fra due opposti partiti, allo scopo di non compromettersi” è la definizione che il vocabolario Treccani dà di quel particolare modo di porsi di fronte ad eventi personali o sociali. http://www.treccani.it/vocabolario/pesce/. Effettivamente, nel quotidiano confronto, si usa spesso questa affermazione per sottolineare in modo chiaro l’atteggiamento di chi non vuole prendere in alcun modo posizione su di un qualsiasi argomento, fatto o situazione. 

Diverse possono essere le cause di un simile comportamento, a volte si manifesta per modestia, vergogna, incapacità, altre per riservatezza, purtroppo nella stragrande maggioranza dei casi, per mero opportunismo, per esclusivo interesse personale, perché si sa, è risaputo che, chi non si espone, non rischia e chi non rischia ha la convinzione, tutta da verificare, di vivere sonni tranquilli, al sicuro dalle vicende della vita. Il non voler vedere e non voler sentire, il non voler accorgersi di quello che accade intorno, non sono dogmi in assoluto tutelanti a cui attenersi, per sentirsi al sicuro. 

Con una bella immagine allegorica questo atteggiamento è assimilabile e raffigurabile a quella condizione in cui si trovano i pesci che un tempo venivano conservati dentro un barile, un nutrimento di antica memoria, di quando non esistevano i sistemi chimici e meccanici di conservazione. 

Il pesce in barile era quel cibo, che rimanendo inalterato nel tempo, garantiva la riserva a cui attingere per potersi sfamare. 

Ebbene i cosiddetti pesci in barile, tutti coloro che non si espongono, loro malgrado, altro non sono, che la provvista di chi ha contato opportunisticamente su questa riserva quale condizione necessaria all’affermazione di piani che poco hanno a che fare con il benessere diffuso, ma unicamente necessari per il raggiungimento della propria egemone ed esclusiva affermazione. 

Il silenzio, l’astrazione, il disinteresse, l’opportunismo, possono sembrare un modo per non essere coinvolti, di non rischiare, un modo di non pagare, quel necessario controvalore per poter acquisire piccole, indispensabili dosi di benessere non solo dell’anima, il non farlo non è mai stato e mai potrà essere un risparmio, ma costituirà unicamente quel viatico che ci porta tutti inevitabilmente verso la totale rinuncia di quella condizione che rende liberi gli uomini.

#tuttoilbelloeilbuonochece #alcentrodellabellezza

Pubblicato su WordPress anno 2019 https://italiaefriends.wordpress.com/2019/08/24/il-pesce-in-barile/

Credito immagine : Daniela Padelli

separatore
Rivista online Il Pensiero Mediterraneo - Redazioni all'estero: Atene - Parigi - America Latina. Redazioni in Italia: Ancona - BAT - Catania - Cuneo - Firenze - Genova - Lecce - Marsala - Milano - Palermo - Roma - Trieste. Copyright © All rights reserved. | Newsphere by AF themes.