IL PENSIERO MEDITERRANEO

Incontri di Culture sulle sponde del mediterraneo – Rivista Culturale online

Le velenose ideologie della nostra epoca

17 min read

Immagine tratta dal Blog ilsaltodirodi.com

di Fabrizio Manco

Con il termine Ideologia, si  intende una serie di visioni del mondo che sono cambiate molte volte nel corso della storia umana e nelle epoche storiche.

Secondo la definizione della Treccani, Il termine Ideologia, deriva dal Francese Ideologie, un neologismo coniato dal filosofo Francese, oggi dimenticato, Antoine Louis Claude Destrutt De Tracy ( 1754 – 1836 ),  in una sua opera:  “Memoire sur  la  Facultè de penser“, uscita nel 1796. Il termine Ideologia, contiene parola latina Video. Ancora secondo la definizione della Treccani:

con “Ideologia si intende un complesso di credenze, idee, opinioni, rappresentazioni che orientano un determinato gruppo sociale …. O anche ogni dottrina non scientifica che proceda con la sola documentazione intellettuale e senza soverchie esigenze di puntuali riscontri materiali, sostenuta per lo più da atteggiamenti emotivi e fideistici”. 

Immagine tratta dal Blog www.ilsaltodirodi.com

Per De Trecy, l’ideologia è per esempio un insieme di analisi e di fatti che non hanno implicazioni nello studio dell’anima. Con il Marxismo, il termine Ideologia, incomincia ad assumere il significato di creare un insieme di Ideali politici e religiosi che servono a mantenere una determinata classe, come per esempio quella borghese. Ma nel linguaggio prettamente filosofico, volendo seguire il termine originale, per Ideologia si intende assumere una “visione del mondo” nel quale viviamo. Come accennato in precedenza quindi, la parola ideologia, contiene il verbo latino Video, che a sua volta contiene il significato sia di vedere con gli occhi, che di percezione della realtà attraverso la mente. Attraverso il concetto di Idola che il filosofo Bacone (Francis Bacon: 1561- 1626), dà alle visioni travisate della realtà, è possibile collegarsi alla nostra attuale visione: una visione del  mondo diventata  ormai soltanto una visione completamente ed esclusivamente tecnologizzata,  oltre che perennemente connessa con il virtuale a livello planetario.  

Filosofi oggi dimenticati come il Tedesco di origine Ebraica Gunther Anders (1902 – 1992) , nella sua opera più conosciuta, L’uomo Antiquato ( 1954 / 1980 – Edizione Bollati Boringhieri), hanno messo in guardia sui pericoli della tecnica e della tecnologia: tali discipline oggi non sono al servizio dell’essere umano, ma forse è la specie umana che è schiava della tecnica. In ambito politico e sociale, dopo il crollo del Fascismo, del Nazismo e del Comunismo, si pensava che le Ideologie erano ormai mostri del passato; invece la modernità ne ha partorite delle altre: A volte ritornano (1978 – Edizioni Bompiani) , affermava un titolo di un Libro di Stephen King ( 1947 – …. ).

Le fedi e le credenze di un tempo, sono ormai state spazzate via dal politicamente corretto e dal Pensiero Unico dominante. Esse stesse sono le nuove religioni e allo stesso tempo le nuove Ideologie. Molti studi hanno scoperto che molte Ideologie a noi contemporanee come il femminismo e l’ambientalismo, sono strutturate come una forma religiosa.  Per scoprire come funziona la mente di una Ideologia, in particolare, il sociologo  Britannico Peter Boghossian,  insieme ad altri due collaboratori, James A. Lindsay e Helen Pluckrose, caporedattrice della rivista Britannica Areo,  decidono di fare una sorta di scherzo al Politicamente Corretto. I tre autori compongono circa venti articoli contenenti falsità e assurdità sui temi cari al Politicamente Corretto, come la questione femminile, il femminismo, la teoria Gender, e li spediscono a prestigiose riviste accademiche, che ovviamente sposano tali Ideologie, utilizzando tanti pseudonimi diversi: l’esperimento/ scherzo riesce alla grande e successivamente i tre autori decidono di rilevare la burla, pubblicando un articolo di sedici pagine nella rivista Areo, intitolato:

L’università, gli Studi del Risentimento e la Corruzione della Ricerca (Traduzione italiana a cura di Alberto Comparini e Mimmo Cangiano).

Nello studio, gli autori hanno rilevato di avere utilizzato il metodo di Alan Sokal, un famoso professore di Fisica che nel 1996 ha realizzato anche lui  una burla ad alcuni accademici: il docente infatti, scrisse un articolo / farsa, “Transgressing the Boundaries : Towards a Transformative Hermeneutics of Quantum Gravity“, in  italiano: oltrepassare i confini: verso un’ermeneutica trasformativa della Gravità Quantistica“, pubblicato il 28 Novembre 1994, dove  elogiava la cultura delle Élites della Sinistra Progressista. Anche quella volta, lo scherzo riesce  alla perfezione, e l’autore ne trasse la conclusione pubblicata su un suo nuovo articolo intitolato A Physicist Experiments with Cultural Studies,  pubblicato a Maggio del 1996, nella rivista La lingua Franca, dove  oltre a rilevare che il suo lavoro precedente era uno scherzo, dichiarò anche che  una rivista conosciuta a livello internazionale per le sue pubblicazioni, è disposta ad accogliere articoli assurdi e pieni di falsità purché siano in linea con il suo pensiero Ideologico.  

Immagine proveniente dal sito www.lechiavidisophia.com

Tanto  perfetta era la farsa realizzata dai tre autori in precedenza citati, che in un loro articolo/burla addirittura hanno riciclato alcune porzioni del Mein kampf di Adolph Hitler in salsa femminista, ovviamente ricevendo molti elogi.

Cosa ci insegna questa testimonianza?

Che la  maggior parte della cultura accademica, sia  Universitaria che di stampo giornalistico, è impregnata e accecata di Ideologia relativa al Politicamente Corretto, talmente tanto da non riconoscere dove sta la verità e dove invece si tratta di una truffa. Infatti, è la stessa conclusione alla quale sono giunti i tre autori Britannici capeggiati da Boghossian.

Oggi quindi, non esistono più le grandi filosofie e il Pensiero Forte, cioè quella filosofia che criticava il mondo ed era dotata di senso critico: al suo posto, si sono affermate in modo prepotente, attraverso un fenomeno di massa, una serie di Ideologie accecanti e accecate , che hanno distrutto il senso critico : il cosiddetto Pensiero Debole.  Se qualcuno mi dovesse chiedere, come è possibile che ancora oggi si possano affermare  tali Ideologie, la risposta penso sia semplice  all’analisi di una mente intelligente:  i mezzi di comunicazione di nassa,  come la televisione, la radio, il cinema e la stampa, sono tutti omologati al Pensiero Unico dominante. Di conseguenza,  è con il massiccio aiuto di tali mezzi tecnologici che l’ideologia del Pensiero Unico dominante si è potuto affermare. A loro volta, i mezzi di comunicazione di massa sono essi stessi fenomeni Ideologici. Tutti coloro che non si adeguano sono esclusi per Legge dalla comunicazione.

Se la parola Ideologia, come abbiamo visto prima, contiene il termine latino Video, cioè Vedere e visione , si tratta però di una visione del mondo distorta. Il filosofo Francese Jean Francoise Lyotard (1924- 1998) nel suo libro più famoso, intitolato il Postmoderno ( 1979 – Edizioni Feltrinelli),  affermava che le grandi narrazioni che hanno caratterizzato il passato, come per esempio le religioni, le mitologie e le filosofie, hanno lasciato il posto ad una visione nuova di valori.

Gli unici valori oggi purtroppo dominanti sono la tecnica e la grande industrializzazione di massa, mentre il Politicamente Corretto è la sola e unica religione e filosofia oggi rimasta. Una filosofia debolissima però.  Benché sia sostenuta dai potenti mezzi di comunicazione,  è costruita da una serie di tanti piccole parti, dotate ciascuna di una forza micidiale con grandissimo effetto sulla mente umana, delle quali però,  se una sola parte di essa crolla, anche  l’intero suo sistema crolla. Ciò significa che questa oscura creatura partorita dalla Modernità,  nonostante sia come un Mostro uscito da un racconto di Lovecraft, potrebbe essere vulnerabile, ma solo se vengono individuati i suoi punti deboli. Cosa che al momento, non vedo ci sia interesse o del coraggio a individuarli.  Tutte le Ideologie che compongono il Pensiero Unico dominante, inizialmente sono state partorite dal sistema politico estremo e Progressista. Il Politicamente Corretto e il Pensiero Unico dominante inglobano quindi a  loro volta una serie di ideologie tossiche e pericolose come Il Pensiero femminista misandrico,  lo scientismo, la sessualità tossica, la teoria Gender, l’ambientalismo, le biotecnologie e la medicina.  

Immagine tratta dal Blog www.ilsaltodirodi.com

L’ideologia del femminismo è nata come movimento per la difesa dei diritti delle donne, ma nel corso dei decenni si è trasformata totalmente, diventando un movimento tossico e misandrico, che svilisce e ridicolizza il principio maschile. Inoltre il femminismo è da sempre contro la famiglia, pro aborto e ovviamente contro la figura del Pater Familias. Di conseguenza quindi il femminismo svalorizza i concetti preziosi di padre, madre e di famiglia. Movimento che unisce il pensiero Marxista e Socialista, il femminismo misandrico oggi ha ormai preso piede in tutta la cultura occidentale (ma non solo), entrando prepotentemente nelle università, nelle accademie, nei libri, nel cinema e nelle arti in genere.

Nel corso degli anni, tra le pochissime femministe che si sono accorte dei danni della loro Ideologia, c’è sicuramente Esther Villar, Argentina di origine ma naturalizzata Tedesca,  (1935 – … )  autrice del libro intitolato L’uomo Ammaestrato ( 1971 – Edizioni Bompiani) . Questo testo, uscito nel 1971, è stato praticamente cancellato dal regime editoriale alleato del Pensiero Unico, per i motivi che sembrano ovvi. La Villar nel suo libro infatti, smascherando la falsità del femminismo e rivelando che la figura donna descritta dal movimento femminista e dai media, è una figura falsa e costruita,  e quindi  finta.  Il suo libro è da decenni che è scomparso dagli scaffali, ma si vocifera che sarà ripubblicato.

Un’altra donna  femminista,  intelligente come la Villar è la filosofa Americana di origini Italiane, Camille Paglia ( 1947 – …. ) , la quale ha affermato in molte sue interviste come quella rilasciata su il Foglio, (28 Novembre 2018),  che:

un nuovo Stalinismo sta devastando le Accademie e le Università: è il Femminismo“

Nello stesso articolo, dichiara che:

l’umanesimo laicista ha fallito, come la vecchia generazione di professori

La Paglia, pur essendo atea e lesbica dichiarata, si è sempre schierata contro il materialismo e il Marxismo imperante che ha distrutto le accademie e le arti come il cinema e lo spettacolo. Da sempre critica nei confronti della deriva Tossica del Femminismo, del Post Strutturalismo e del Post Strumentismo, convinta che ci sia un urgente bisogno di arte e di religione nell’educazione dei giovani, l’autrice è stata in parte eclissata dai media di regime.  La sua opera più famosa è Sexsual Personae: Arte e Decadenza da Nefertiti a Emily Dickinson“ (1990, Edizioni  Einaudi), opera che ha suscitato numerosi scalpori.  Attualmente non è più in catalogo, ma come per la Villar, si dice che  il suo libro sarà ristampato.

Una delle Ideologie più amate di oggi è quella di cercare di cancellare ogni Identità dei popoli e trasformare il mondo in un villaggio globale. Ma noi dobbiamo ricordare le nostre origini e le nostre radici, che almeno per noi popoli occidentali, sono Indoeuropee. Tale popolo, ovviamente attaccato  e criticato dalle femministe,  come per esempio dalla studiosa Lituana Maria Gimbutas (1921 – 1994), oltre ad avere portato il carro, i cavalli addomesticati e il gene dell’intolleranza al lattosio, ha portato i concetti di Patria, di Pater Familias e di lotta per la propria  patria,  tutti valori oggi quasi scomparsi nella nostra cultura.

L’ambientalismo è un’altra ideologia velenosa che viene camuffata da rispetto e difesa dell’ambiente. Ma dietro questa finta maschera di buonismo, si nasconde un odio profondo per la specie umana, un odio profondo verso l’uomo e la sua natura. La paladina degli ambientalisti è Greta Tumberg, la ragazzina con le trecce e il giubbotto giallo, che è diventata una piccola dea da venerare. È da ricordare che il rispetto per gli esseri viventi e per la nostra terra è un dovere che non ha bisogno di una Ideologia:  basti ricordare le raccomandazioni di non mangiare carne fatta dai Pitagorici e da Porfirio ( 233/ 234 D. C. – 305 D. C. ),  che nel suo De Abstinentia, scritto a Lylibeo,  raccomanda di non mangiare la carne di nessun animale,  o dell’opera di Plutarco di Cheronea  ( 46 / 48 D. C. – 125/ 127 D. C. ): Del mangiare carne: trattati sugli animali (Edizioni  Adelphi,  2001), opere nelle quali si attacca l’abitudine sbagliata di mangiare gli animali, considerati giustamente  sacri al pari degli esseri umani.

medicina antica
Medicina antica: dal sito www.alamy.com

Nell’epoca delle nuove Ideologie, anche un dono meraviglioso come la sessualità, può diventare tossico. Ho fatto accenno prima alla teoria Gender,  la quale afferma che il sesso biologico non esiste e che un sesso può trapassare in un altro. Ciò è assurdo, in quanto la biologia confermata dalla genetica, ci racconta  che una coppia di cromosomi XY  da origine a un maschio e una coppia di cromosomi XX da origine a una femmina. Nella genetica è presente tutto l’ordine della natura, ma la scienza attuale lo vuole stravolgere.  Lo scientismo, di conseguenza, allineato con tali idee malsane, divulga la falsa idea che tutto ciò che esiste può essere misurato, indagato e studiato soltanto con gli strumenti tecnologici e scientifici, e di conseguenza, tutto può essere modificato. La scienza ha ormai cessato di essere quella ricerca della meraviglia che ha caratterizzato i grandi filosofi dell’antichità come per esempio  per il filosofo  Greco Aristotele ( 383/ 384 A. C. –  322 A. C. ), nella sua opera  La Metafisica,  per diventare solamente una frivola appendice del progressismo.   

La scienza di  oggi,  non avendo più nulla da dire e da comunicare, essendosi staccata per sempre dalle grandi tradizioni filosofiche che cercavano grandi risposte alle grandi domande dell’esistenza: chi siamo, da dove veniamo e dove andiamo,  è  diventata Tecnoscienza,  che presenta un tipo di scienza completamente e palesemente dipendente dalla tecnica. Ed eccoci quindi arrivati alle Ideologie della biotecnologia e della medicina moderna: oggi la medicina è un’altra alleata del Pensiero Unico dominante. Una nuova medicina che di cura della salute non ha più nulla se non la somministrazione continua di farmaci sfornati dalle aziende farmaceutiche. Una medicina che quindi si collega più alla biomedicina e alla biotecnologia, che alla salute degli individui, i quali sono considerati  solo ed esclusivamente come dei pazienti malati e non come persone che hanno emozioni.

Pensiamo all’ arroganza di tanti sedicenti medici che pensano che il corpo sia soltanto un laboratorio per la somministrazione di farmaci e che tali farmaci sono considerati invincibili e perfetti. Quando invece il corpo umano la medicina lo conosce soltanto per una piccola parte,  e la restante parte è ancora un enigma palese. La vera scienza medica è quella medicina che ammette i propri errori e i propri limiti. E’ sicuro che riguardo a questo proposito siamo lontani dagli insegnamenti del grande Ippocrate ( 460 A. C. – 466 A. C. ),  considerato il primo vero medico con un approccio moderno alla medicina e alla cura della persona.  

teoria Gender: da Google.
Teoria Gender: immagine presa da Google

Con questo mio piccolo saggio,  ho passato in rassegna le Ideologie pericolose che abitano la nostra epoca. Seguendo il consiglio di Julius Evola, nel libro Cavalcare la Tigre, (Edizioni Mediterranee), uno dei modi per contrastare tale deriva è rimanere saldi ai propri principi e non farsi trascinare dalle correnti del mondo.

Sta adesso a tutte le persone intelligenti e acute rimaste nel mondo, a cercare di rimanere in piedi tra le rovine e combattere.


BIBLIOGRAFIA:

Enciclopedia Treccani : De Crecy,

Jacques Attali, Express, 2008.

Julius Evola, Cavalcare la Tigre, Edizioni Mediterranee.

Camille Paglia, Intervista sul Il Foglio, Novembre 2018.

Ester Villar, L’uomo Ammaestrato Bompiani.

Antoine De Crecy, Memoire sur la Facolte ‘ De penser.

Peter Boghossian:  L’università, gli Studi e la Corruzione della Ricerca : Rivista Areo.   


Rivista online Il Pensiero Mediterraneo - Redazioni all'estero: Atene - Parigi - America Latina. Redazioni in Italia: Ancona - BAT - Catania - Cuneo - Firenze - Genova - Lecce - Marsala - Milano - Palermo - Roma - Trieste. Copyright © All rights reserved. | Newsphere by AF themes.