IL PENSIERO MEDITERRANEO

Incontri di Culture sulle sponde del mediterraneo – Rivista Culturale online

Recensione del libro “Dell’amore non si sa niente” di Alina Rizzi

4 min read

di Serena Rossi

Copertina del libro

E proprio diversamente da come cita il titolo qui Alina Rizzi ci racconta tutto. Proprio dell’amore, sbagliato, deluso, affranto, passato, malato.

La Rizzi con maestria di scrittrice matura usa il linguaggio in maniera naturale e ci riporta in ambienti differenti, con uomini diversi, vecchi e giovani, sani o malati, affermati o ai margini, ce li descrive proprio con amore, con particolari diretti e salienti, in atmosfere realistiche e a volte irreali e uniche.

Mi fa venire in mente come Simenon nei romanzi delinea i suoi personaggi con maestria e ti sembra di conoscerli dopo averli conosciuti e letti tra le pagine come in questo meraviglioso libro di brevi racconti, vivi e vivaci.

Di cui riportare memoria.

Libro di grande equilibrio.

Tra carnalità e distacco. Presenza e assenza. Maturità dei sentimenti e realismo.

Sicurezza nella descrizione e poesia sospesa. Amore con molte sfaccettature, sempre vero sempre unico.

Conosco Alina Rizzi come poeta e artista ma non avevo ancora letto al sua prosa.

Mi colpisce sempre il talento del sapere veramente scrivere. Lei ha questo dono che è materia sacra.

Con maturità e riflessioni acute e sottili, a volte semplici suggerimenti e suggestioni, la Rizzi disegna personaggi realistici e tutti contaminati d’amore che deriva dal soffio vitale.

Da leggere prendendosi anche il tempo di riflettere, lo consiglio.    

Alina Rizzi è nata a Erba (CO). Giornalista, scrittrice ed artista visiva, si dedica da sempre a realizzare iniziative rivolte alla valorizzazione del mondo femminile. Ha vinto premi letterari e partecipato a diverse antologie, l’ultima americana: La dolce vita (Running Press, 2013). Ha pubblicato: Amare Leon (Pizzo Nero Borelli, da cui il regista Tinto Brass ha tratto il film Monamour), Ritratti (Edizioni ConTatto), Passione sospesa e Donne di cuori (Pizzo Nero Borelli), Come Bovary (TravenBook), Natascha e il lupo, drammaturgiain Io e l’altra (Edizioni Joker). In versi: Rossofuoco (Lietocolle), Il frutto sillabato (Dialogo), Dio e la bambina (Quaderni di Orfeo), Tu sei uno (Signum Edizioni d’Arte), From Mogador(Dialogo), La danza matta, poesia 2000-2010 (Ismecalibri), E venne il tempo (Alla Pasticceria del Pesce), tre plaquette nelle edizioni del Pulcinoelefante. Dell’amore non si sa niente 2022 Calibano editore.

Il suo blog è: costruzionivariabili@blogspot.it.

Alina Rizzi

Rivista online Il Pensiero Mediterraneo - Redazioni all'estero: Atene - Parigi - America Latina. Redazioni in Italia: Ancona - BAT - Catania - Cuneo - Firenze - Genova - Lecce - Marsala - Milano - Palermo - Roma - Trieste. Copyright © All rights reserved. | Newsphere by AF themes.