IL PENSIERO MEDITERRANEO

Incontri di Culture sulle sponde del mediterraneo – Rivista Culturale online

“Vivi trasformando un Tempo senza memoria in una Memoria senza tempo.”

Di Tyna Maria Casalini

[…Kronos (il Tempo) è il più efferato dei titani, è quello ormai trascorso e irreversibile, quello sperato di un domani incerto e quello immediato dell’ ℎ𝑖𝑐 𝑒𝑡 𝑛𝑢𝑛𝑐 che, in un attimo, fa presente ed eterno l’Uomo.

Nel ferire è schiacciante, mentre rimane effimero nel proiettare i bisogni profondi.Il suo esistere, ciclico ed elastico, permane avanzando caparbio verso l’ignoto dal quale proviene.

Generato da Urano (il Cielo) e Gaia (la Terra), è il volto di un Tempo concreto e trascendente, dal doppio profilo, l’uno fatto di progettualità ed azione, l’altro di emotività e bisogni latenti.

Vive alle volte nella dimensione della nostra arroganza, di chi lo abusa, di chi lo sottrae a chi ne ha bisogno o ancor più diritto.

Imperioso, può mettere a rischio l’istinto motivante alla Vita, la prospettiva che alimenta il domani, ma il Tempo è anche dimensione filiale di quella Memoria emotiva che scuote la mente e ci accompagna alla scoperta dell’Essenziale, ci richiama al valore dei gesti, delle attese ultime, delle mancanze che potremmo evitare, dei bisogni reconditi che dovremmo accudire, come adulti di noi stessi, sanando ferite antiche che possono scavare rancori e sofferenza.

Sia un Tempo lievitato di Bene e che il Bene sia sempre ponderato con la preziosità della mente.

Sia il nostro Tempo un buon Esempio ed un buon Ricordo.]

Separatore di testo