IL PENSIERO MEDITERRANEO

Incontri di Culture sulle sponde del mediterraneo – Rivista Culturale online

La Buona Novella, Neri Marcorè canta Fabrizio De Andrè

4 min read
Neri Marcorè mentre suona la chitarra.

Neri Marcorè

L’attore poliedrico marchigiano si è esibito al Celebrazioni di Bologna in uno spettacolo di prosa e di canzoni ispirato all’ album omonimo del cantautore genovese.

di Gabriele Zompì

Neri Marcorè, affermato attore di teatro, cinema e tv nonchè autore e recentemente anche cantante, ha messo in scena a Bologna, al teatro Celebrazioni il 16 e 17 maggio, l’ultima sua idea di spettacolo cantato-parlato che trae ispirazione da un lavoro di Fabrizio De Andrè del 1970.


Si tratta de La Buona Novella, omonimo titolo del disco del grande cantautore genovese e scritto assieme ai compositori Gian Piero Reverberi e Corrado Castellari e che diede vita al primo concept-album del compianto artista.

La Buona Novella di Neri Marcorè, una scena dello spettacolo.
Una scena dello spettacolo

Marcorè alterna i brani musicali con la parte in prosa, raccontando la storia di Gesù tracciata dai Vangeli apocrifi, che non sono quelli “minori”, ma quelli nascosti, ricchi di eventi tramandati nei secoli da generazione in generazione, ma che non cancellano, anzi completano, i fatti raccontati nei Vangeli Canonici, riconosciuti dalla Chiesa.

Un' altra scena dello spettacolo
Una scena dello spettacolo


Ed ecco allora che viene fuori un’immagine del Messia molto più umana, fatta anche di debolezze o di capricci tipici dell’età adolescenziale. Un ragazzo come gli altri, a cui piace scherzare, fare piccoli dispetti, ma anche aiutare il prossimo, sentirsi parte di una comunità. Vengono quindi narrati episodi in cui il padre Giuseppe e la madre Maria si prendono cura di lui, ma anche a volte ne prendono le distanze, rimanendo stupiti anch’essi per certi suoi comportamenti.

Neri Marcorè sul palco si rivolge al pubblico in sala.
Un momento del monologo di Marcorè

E poi c’è tutto il travaglio e il dolore di Maria, che parte da quell’ annuncio dell’ Angelo e finirà al momento del distacco terreno, ai piedi della croce e accanto alle mamme degli altri due crocefissi.
Questa originale versione teatrale vede la regia e la drammaturgia di Giorgio Gallione – tornato a collaborare con Marcorè in un progetto dedicato al cantautore dopo il successo di Quello che non ho – gli arrangiamenti e la direzione musicale di Paolo Silvestri, le scene di Marcello Chiarenza, i costumi di Francesca Marsella e le luci di Aldo Mantovani.

Alcuni personaggi e musicisti dello spettacolo.
Alcuni musicisti dello spettacolo


Accanto a Marcorè sul palco, l’attrice Rosanna Naddeo – che presta la sua voce anche al canto – e i musicisti Giua (voce e chitarra), Barbara Casini (voce, chitarra e percussioni), Anais Drago (violino e voce), Francesco Negri (pianoforte) e Alessandra Abbondanza (voce e fisarmonica). Una scenografia non ricchissima, ma di grande effetto e che fa vivere i vari momenti con un’intensità e una suggestione particolari.
La Buona Novella farà tappa, nel completare la tournèe 2023/24, a Piacenza il 23 e 24 maggio al Teatro Municipale.

Rivista online Il Pensiero Mediterraneo - Redazioni all'estero: Atene - Parigi - America Latina. Redazioni in Italia: Ancona - BAT - Catania - Cuneo - Firenze - Genova - Lecce - Marsala - Milano - Palermo - Roma - Trieste. Copyright © All rights reserved. | Newsphere by AF themes.