IL PENSIERO MEDITERRANEO

Incontri di Culture sulle sponde del mediterraneo – Rivista Culturale online

L’incanto leucano

3 min read
Capo di Leuca

di Giorgio Mantovano

Nel 1864 una squadra della flotta austriaca, comandata dal famoso e temibile ammiraglio Guglielmo di Tegetthoff, fu ancorata per due giorni nel porto.  L’intero equipaggio salì nel tempio e prestò, con grande  devozione, omaggio alla Vergine Maria. Il nome di  Tegetthoff è legato alla vittoria sulla flotta italiana nella battaglia di Lissa del 20 luglio 1866.

L’ammiraglio Guglielmo di Tegetthoff

Fino al 1853 il Capo di Leuca mancava di strade, era quasi inaccessibile.

Il Capo di Leuca (Fonte: giornaledipuglia.com)

Il 17 aprile del 1854 l’Amministrazione provinciale, con un prestito di 14 mila ducati, diede inizio alla via rotabile che conduce da Lucugnano a Gagliano, inaugurata il 30 maggio 1857. 

Il Santuario dedicato a Santa Maria de Finibus Terrae, Leuca

Successivamente, nel 1859,  quella stessa via sarà protratta sino al Santuario. Il braccio di strada per il porto sarà, invece, costruito nel 1874, con un sussidio di 12.000 lire della Provincia e con il contributo dei proprietari delle ville vicine. 

Le varie ed interessanti informazioni sono tratte dal bel libro del Cav. Giacomo Arditi,  “La Leuca Salentina”, pubblicato per la prima volta nel  1875.

Separatore di testo
Rivista online Il Pensiero Mediterraneo - Redazioni all'estero: Atene - Parigi - America Latina. Redazioni in Italia: Ancona - BAT - Catania - Cuneo - Firenze - Genova - Lecce - Marsala - Milano - Palermo - Roma - Trieste. Copyright © All rights reserved. | Newsphere by AF themes.