IL PENSIERO MEDITERRANEO

Incontri di Culture sulle sponde del mediterraneo – Rivista Culturale online

Mostra “La materia non esiste”, di Topylabris in arte Ornella Piluso, Stefano Soddu e altri artisti. Alla Fabbrica del Vapore a Milano, 18–23 aprile 2023, in loop Video corale di tanti artisti del gruppo Artedamangiare

7 min read
Opere di topylabris (Ornella Piluso)

Opere di topylabris (Ornella Piluso)

di Serena Rossi

Al via martedì  18  aprile  alle  ore  18.00 presso la Sala delle Colonne della  Fabbrica  del  Vapore l’esperienza fra materiale e immateriale “La materia non esiste” ideata  da  Arte  da  mangiare  mangiare Arte  in  collaborazione  con  MAF – Museo Acqua Franca, una mostra che animerà la proposta culturale “Materia” di Fabbrica del Vapore per la Design Week 2023.

Materia” sarà il progetto con cui  verrà lanciato  il nuovo distretto del design in Fabbrica del Vapore .

Milano Design Week. Torna la settimana del design dal 17 al 23 aprile con oltre 1.200 appuntamenti in città  – Comune di Milano

“La materia non esiste, tutto è energia e vibrazione”, su questa affermazione di Albert Einstein il pubblico sarà condotto in un percorso sensoriale che destruttura l’idea convenzionale di design, fatto non solo di “oggetti” ma anche di installazioni immateriali di vapore e ideate dall’artista e designer Ornella Piluso in arte Topylabris.

Topylabris Ornella Piluso

Girando alla inaugurazione ho avuto modo di assaggiare splendidi e gustosi pasticcini e cioccolatini prodotti con fiori e prodotti naturali da Tastee.it per l’occasione e ho assaggiato per la prima volta in vita mia un buon succo di fiore di begonia, tutto proveniente da Albenga provincia di Savona.

Buffet

Nella Sala delle Colonne è stata allestita come da programma una passeggiata sensoriale dentro plastiche bianche ripiene di vapore, unica.

Sul fondo della Sala mi hanno colpito i grossi globuli di Topylabris che emanano potente potere di dissolvenza bene sposati col tema della materia immateriale, poi la scultura di Stefano Soddu che sapientemente approccia l’acciaio come materia aggiungendo un pezzo di vetro-ghiaccio-dissolvenza-immateriale.

All’interno di questi eventi ci sono in esposizione dei piccoli video della durata di un minuto ciascuno montati in serie uno dopo l’altro di un folto gruppo di artisti invitati a partecipare. Questi Video d’arte sul vapore realizzati da artisti invita ti dal MAF , ci  ricorderanno quanto  labili  siano  i  confini  fra  le discipline e i saperi, in un’ottica interdisciplinare che ha sempre caratterizzato le sperimentazioni di Arte da mangiare e del Museo MAF.

Tra gli artisti partecipanti: afrodixit, Donatella Baruzzi, Franca Cantini, Silvia Capiluppi, Carmine Caputo di Roccanova, Domiziano Cattaneo, Fiorella Cicardi, CTRLZAK, Daniele Dadil, Daniela Dente, Dino De Simone, Annitta Di Mineo, Sara Felix, Rossana Fiorini, Claudio Gasparini, Mario Giavino, Giuse Iannello, Anna Mainardi, Emilio e Franca Morandi, Farahbod Nazanin, Ramona Palmisani, Roberto Ramirez Anchique, Serena Rossi, Imerio Rovelli, Kia Ruffato, Alex Sala, Salvatore Sebastè, Stefano Soddu, Micaela Spinazzè, Carlo Spoldi, Beba Stoppani, topylabrys, Micaela Tornaghi, Lionello Torriani, Giangrazio Verna.

Opera di Stefano Soddu

La mattina di giovedì 20 aprile alle ore 11.00 si terrà presso la sala conferenze della Palazzina Liberty l’incontro “dal vapore all’idrogeno: energia in movimento” dedicato alla storia delle eccellenze del design del vapore e le prossime evoluzioni verso la tecnologia all’idrogeno.

L’idea di promuovere un design del vapore arriva dal contesto che ospita l’esposizione: la Fabbrica del  Vapore    ,  un tempo zona industriale e sede della Carminati Toselli produttrice di rotabili tranviari e ferroviari, luogo ristrutturato e ora destinato a nuova vita. Tutte le esperienze in mostra, ovvero le progettualità di design immateriale, trattano il tema dell’energia con una visione etica che è sempre alla base del fare e del  trasformare  per  migliorare  la  vita  sul  nostro  pianeta  nel  segno  della sostenibilità.

All’interno della Sala Colonne sarà a disposizione delle mamme un fasciatoio per il cambio dei bambini   , un progetto di  Monica Scardecchia  per  Arte  da  mangiare  mangiare  Arte per promuovere l’accesso alla cultura e l’inclusione. Al termine della Design Week il fasciatoio fra Arte e Design sarà donato alla Fabbrica del Vapore. Progetto di Ornella Piluso a cura di Monica Scardecchia con il patrocinio di ADI Associazione per il Design  Industriale Delegazione  Lombardia e  la  partecipazione  di:  chef  Cesare  Marretti del  Ristorante  Catering  Superficiale  Milano,  chef Paola  Chiolini del  Ristorante  Catering  La  Balena  Bianca,  Visoni  Olfattive,  Azienda  Tsp  Milano,  Slide, Percorsi  Olistici, Raverabio, Tastee.it , il danzatore  EnzoScudi eri, Matteo  Lombardi, studenti dell’Accademia di Belle Arti di Brera e Mamme Peer di Milano e Bergamo. Il progetto è sponsorizzato da Gefond e da Ristorante Superficiale Milano.

Per informazioni: info@artedamangiare.it           Tel. 340 340687 1

separatore
Articoli che potrebbero interessarti:
Rivista online Il Pensiero Mediterraneo - Redazioni all'estero: Atene - Parigi - America Latina. Redazioni in Italia: Ancona - BAT - Catania - Cuneo - Firenze - Genova - Lecce - Marsala - Milano - Palermo - Roma - Trieste. Copyright © All rights reserved. | Newsphere by AF themes.