IL PENSIERO MEDITERRANEO

Incontri di Culture sulle sponde del mediterraneo – Rivista Culturale online

Da Procida approda a Bari –  La Mostra d’Arte “Sulla rotta di antichi velieri” Pina Catino in mostra, Nella sua Opera in goal in Agenda 2030

6 min read
Opera-di-Pina-catino

Opera-di-Pina-catino

Dopo il successo ottenuto sull’Isola di Procida, è approdata a Bari, il 14 luglio scorso,  grazie a Vito Caldaro,  presso FORMA Quattro Art Gallery, in Via Argiro, 73, la Mostra d’arte:  PROCHYTASulla Rotta di antichi Velieri. Il progetto, a cura di Arianna Spizzico, è stato realizzato  in collaborazione con l’Associazione  Culturale “ Ex Studenti Accademia di Belle Arti di Bari”) –  Presidente Raffaella Del Giudice.  

Il “PROGETTO PROCHYTA”, patrocinato  dal Comune di Procida  – Capitale Italiana della Cultura 2022,  è  un percorso a ritroso nel tempo ed ha lo scopo di salvaguardare l’Isola di Procida , splendido paradiso  vulcanico, con i suoi   crateri sommersi, che furono baie sicure per i grandi velieri Fenici. Obiettivo primario del progetto creativo è la promozione della ricerca e della riflessione, con uno sguardo  alle lontane tracce dell’affascinante passato dell’Isola che non c’era – rendendola protagonista e soggetto ispiratore degli elaborati artistici realizzati su tavole lignee di cm 24 x 40. Nel vernissage Arianna Spizzico ha definito la mostra ‘una sorta di percorso artistico dedicato interamente alla bellezza globale che a Procida ci circonda e si respira e di cui siamo depositari nella miriade degli input passati e presenti attraverso i quali l’isola si è resa capace di interloquire con il mondo’.

 Quindi Mito, Storia, Tradizioni, bellezza, magia di Procida nelle Opere degli Artisti in mostra ma anche la forza di ribellarsi  come avviene nell’Opera Iosif – Dicastes,  di Pina Catino.

Opera di Pina Catino

Le sue due sirene non sono mute. Una dai riflessi d’oro e vermiglio  si erge tra le onde,  si ribella ai cambiamenti climatici, all’erosione; l’altra con la sua coda possente  sembra voler porre un freno all’ inquinamento del mare. Non vogliono far morire il Mito, l’Isola, la Vita nel mare. . .  [. . .questa Sirena combatte per un mare pulito, ne va della sua stessa vita!’ scrive Maria Catalano Fiore  – Critico d’arte  ]. ‘ L’Umanità sta andando verso la sua  catastrofe’, scrive il Drammaturgo e Poeta Zaccaria Gallo, e che ci siano come la tua tante sirene a ribellarsi è assolutamente necessario. Ti ringrazio per il messaggio importante che la tua opera  contiene . . ]

L’immagine delle due sirene rappresentano, secondo Pompeo Maritati (Direttore Editoriale della Rivista Il Pensiero mediterraneo) la mediterraneità che è insita nel pensiero e nell’impostazione culturale dell’autrice. Quale più bella raffigurazione di un mare mezzo di comunicazione del bacino culturale più importante del mondo. Le sirene ammaliatrici di un Ulisse alla ricerca della sua Itaca è il pensiero dominante nello scrutare questo dipinto. La turbolenza delle onde sembrano richiamare l’attenzione di Poseidone dando al dipinto quella forza mitologica che affasciando il visitatore, lo accompagna tra i vecchi ricordi di quando giovani dietro i banchi di scuola si scorrazzava, grazie ad una fervida fantasia, sul meraviglioso Mar Egeo in compagnia dei nostri mitologici eroi.

 Gli Artisti in mostra: Arianna SPIZZICO, barese di nascita ma procidana d’adozione che definisce il Progetto ” Creato con il cuore e con la mente, sulla storia e sulla sempiterna bellezza di Procida”,  Raffaella DEL GIUDICE, Tea MANCINI, Angelo PERRINI, Luca POTENTE, Carlo DICILLO, Pina CATINO dell’  “Associazione Culturale Ex Studenti Accademia Belle Arti di Bari”  Associazione la cui attività decennale vanta l’organizzazione di eventi culturali di alto livello e costituita prevalentemente da artisti, creativi, docenti, e professionisti di diverse nazionalità, ed ha sede in Bari, nel suggestivo Palazzo Novecentesco Teodora Massa nei pressi dall’Accademia di Belle Arti. Essa promuove l’Arte nelle sue varie forme espressive come mezzo di comunicazione lanciando un guanto di sfida alle difficoltà materiali dovute al nostro recente passato -al fine di salvaguardare l’esistenza delle tradizioni culturali. . .

 Iolanda SCOTTO Di MINICO , Didi MELLES, Annamaria QUADRETTI, co-fondatrici dell”Associazione Culturale Sinergie d’Arte di Procida”, oltre a Gilda Pantuliano e Tullia Pugliese.      La Mostra sulla bellezza di Procida che  ‘anche nell’era dei social e dei digital devices sa sorprenderci  ancora’ sostiene  Maurizio Brunialti – sociologo storico,  e che sta  registrando notevole flusso di visitatori, è aperta fino al 29 luglio in orario AM 10:00 – 12:00 PM 17:00 – 20:00. Info 3466260299 – ingresso libero.

Arianna Spizzico e Pina Catino
Separatore di testo
Rivista online Il Pensiero Mediterraneo - Redazioni all'estero: Atene - Parigi - America Latina. Redazioni in Italia: Ancona - BAT - Catania - Cuneo - Firenze - Genova - Lecce - Marsala - Milano - Palermo - Roma - Trieste. Copyright © All rights reserved. | Newsphere by AF themes.