IL PENSIERO MEDITERRANEO

Incontri di Culture sulle sponde del mediterraneo – Rivista Culturale online

L’artista Tina Marzo ci presenta: “IL MUSEO DEI SELFIE – L’ARTE INTERATTIVA 3D”

6 min read
Dal 22 luglio al 10 settembre 2023, presso il Palazzo De Marco a Maglie, torna la IX edizione de ''IL MUSEO DEI SELFIE - L’ARTE INTERATTIVA 3D'' di Tina Marzo.

Dal 22 luglio al 10 settembre 2023, presso il Palazzo De Marco a Maglie, torna la IX edizione de ''IL MUSEO DEI SELFIE - L’ARTE INTERATTIVA 3D'' di Tina Marzo.

Dal 22 luglio al 10 settembre 2023, presso il Palazzo De Marco a Maglie, torna la IX edizione de ”IL MUSEO DEI SELFIE – L’ARTE INTERATTIVA 3D” di Tina Marzo.

Dal 22 luglio al 10 settembre 2023, presso il Palazzo De Marco a Maglie, torna la IX edizione de ''IL MUSEO DEI SELFIE - L’ARTE INTERATTIVA 3D'' di Tina Marzo.

Protagonisti del progetto espositivo, le opere e i video realizzati dall’artista salentina Tina Marzo (Specchia Gallone, 1974), con i quali, il visitatore potrà dialogare, divenendo, a sua volta, anche lui, protagonista mentre esplora nuovi mondi tra il sogno e la realtà.

Comunicato Stampa

In uno spazio espositivo di novecento metri quadri scenari e prospettive oniriche faranno da sfondo a vere e proprie esperienze sensoriali in un percorso che l’artista propone come un viaggio tra spazio e tempo, realtà e finzione dove il vero protagonista è il visitatore: che sia comodamente seduto sul salotto di casa Simpson o che stia galleggiando nell’aria sospeso nel vuoto, ogni performance sarà un’immagine diversa da raccogliere nell’album dei ricordi più belli!

Via dunque a giochi di ruolo e viaggi nel tempo, non più spettatori ma protagonisti dell’opera, nell’opera che rifletterà e metterà in discussione il concetto di realtà e dove ognuno scoprirà un nuovo io attraverso interazioni digitali, suoni e immagini. Non resta che perdersi in questo luogo magico e lasciarsi trasportare in un viaggio unico nel suo genere!

Chi è Tina Marzo?

Definire Tina Marzo può essere semplice, ma non lo è affatto.

Il motivo?

Perché, Tina Marzo non è solo una talentuosa artista rappresentante dell’Anamorfismo tridimensionale contemporaneo e italiano.

Perché, Tina Marzo è il contemporaneo artistico che si fonde al contemporaneo sociale, rompendo le regole dell’Arte, disubbidendo e ubbidendo simultaneamente alle stesse regole artistiche.

E lo fa in un modo, che a descriverlo sembrerebbe quasi magico o del tutto irrazionale. Ce lo dimostrano le straordinarie illusioni ottiche che realizza e danno vita a personaggi e a oggetti apparentemente ”scomposti” sul classico foglio di carta che tutti noi conosciamo.

Una tecnica esecutiva che l’ha resa ”l’artista dell’Arte Interattiva 3D” e che l’ha condotta, quasi, o forse proprio per gioco, a farsi conoscere in tutta Italia.

Non è un caso che sia stata riconosciuta e apprezzata alla prestigiosa Biennale di Venezia o che figuri anche nei cataloghi Mondadori e De Agostini.

Dal 22 luglio al 10 settembre 2023, presso il Palazzo De Marco a Maglie, torna la IX edizione de ''IL MUSEO DEI SELFIE - L’ARTE INTERATTIVA 3D'' di Tina Marzo.

Inoltre, i suoi dipinti sono stati esposti e premiati in numerose mostre in Italia, tra cui Lecce, Torino, Maranello, Roma, Salerno, Firenze, Corigliano Calabro, Milano, Sanremo, Venezia, e in diverse città estere, come Parigi, Cannes, Salonicco, New York, Tokyo, Dubai, Monaco, Montecarlo, Berlino, Barcellona e Miami.

L’intervista

Ci racconteresti come nasce l’ispirazione, l’idea progettuale e la messa in atto della tua creazione?

Sin da piccola, il mio pensiero è sempre rivolto a nuove fantasie da dipingere o creare interazioni, anche se non voglio, è cosi…

Tutto mi è di ispirazione: un discorso una persona, un movimento, ma quando guido, mi vengono le idee migliori…

Mi rimane il pensiero nella mente  e nella stessa lo perfeziono per giorni e giorni e quando, finalmente, inizio a crearla con i colori e già facile produrla per me!

Dall’autoritratto al selfie. Potremmo definire così l’evoluzione che ha compiuto l’umanità per rappresentarsi. Per te, cosa significa immortalarsi?

C’è chi definisce il selfie come l’arte folk dell’era digitale, una rappresentazione di sé, in bilico tra una forma di narcisismo (in alcuni casi esasperato) e il desiderio di lasciare una traccia, una sorta di immortalità che si può raggiungere attraverso uno strumento, ormai, in mano a tutti.

Se una volta l’auto ritratto era un’intima ammirazione di se, oggi il selfie è totalmente l’opposto: è condivisione, è un modo per condizionare lo sguardo di chi ci osserva.

Non più ricordo dunque ma un messaggio per gli altri, una riformulazione del se che chi guarda può giudicare…ma alla fine cosa si giudica ? Nel selfie siamo sempre noi a decidere come apparire …

Cosa ti aspetti dal pubblico che verrà a visitare il tuo evento?

La mia mostra multimediale immersiva consente al visitatore-spettatore di immergersi letteralmente nell’opera. È questo tipo di esperienza che voglio trasmettere. Un’immersione che spero, possa suscitare emozioni tali da permettere di fuggire la propria realtà, anche solo per qualche ora e attutire lo stress quotidiano attraverso la fantasia e la “partecipazione” all’opera stessa.

Dal 22 luglio al 10 settembre 2023, presso il Palazzo De Marco a Maglie, torna la IX edizione de ''IL MUSEO DEI SELFIE - L’ARTE INTERATTIVA 3D'' di Tina Marzo.
Rivista online Il Pensiero Mediterraneo - Redazioni all'estero: Atene - Parigi - America Latina. Redazioni in Italia: Ancona - BAT - Catania - Cuneo - Firenze - Genova - Lecce - Marsala - Milano - Palermo - Roma - Trieste. Copyright © All rights reserved. | Newsphere by AF themes.