IL PENSIERO MEDITERRANEO

Incontri di Culture sulle sponde del mediterraneo – Rivista Culturale online

Rude Records, Un nuovo equity nel 2022

Di Paolo Rausa

In uno scenario globale in rapida evoluzione, l’etichetta indipendente Rude Records aggiorna costantemente la propria offerta e il modo di commercializzare la propria musica. I dati parlano chiaro: l’industria musicale ha visto una crescita e avuto un impulso incredibile nel 2021, nonostante la difficile situazione internazionale.

Spotify è stato lanciato in più di 80 nuovi mercati in tutto il mondo. Il titolo di Universal è salito di oltre il 35% in poche ore nel giorno della sua quotazione portando il valore complessivo a oltre 45 miliardi di euro. Blackstone, il secondo fondo d’investimento al mondo, scommette 1 miliardo di dollari sul Music Business. Kings of Leon è il primo artista a pubblicare un intero album come NFT. Il Metaverse, una combinazione di VR e AR, creerà nuove opportunità per artisti ed etichette discografiche nel prossimo futuro. “Se queste sono le premesse, prevediamo una forte accelerazione della crescita anche della nostra etichetta con nuovi artisti e acquisizioni di cataloghi più ampli.”, confida Ilich Rausa, il presidente di Rude Records.

Forte di oltre 250 pubblicazioni con più di 80 artisti, Rude Records si è saldamente affermata sulla scena musicale alternativa, con un attivo maggiore di 250 milioni di stream in un anno e più di 6 milioni di ascoltatori al mese. “Per investire ulteriormente in aree cruciali e accelerare la crescita di Rude, – aggiunge Ilich Rausa – stiamo valutando il lancio di un nuovo Equity Crowdfunding nel 2022. Le azioni degli investitori della prima campagna sono già cresciute di oltre il 70% e prevediamo che la valutazione finale della società sarà di circa 20 milioni entro il 2026, con un aumento considerevole rispetto agli attuali 4,2 milioni.”

La strategia di Rude Records sarà perciò il lancio di un IPO nel 2025. A chi ha già sostenuto l’etichetta è stato inviato in anticipo il Pitch Deck dettagliato della Campagna per valutare l’opportunità di investire nel nuovo Equity round di Rude Record. “Non esitate a contattarci in qualsiasi momento per domande, suggerimenti e commenti.”, conclude Ilich Rausa, fiducioso che lo sviluppo dell’etichetta proseguirà con il vento in poppa secondo le previsioni e gli auspici. Info: Rude Records, v.le Milanofiori, Strada 4, A5-20057 Assago, Milano, tel. +39 02 39834327, mail: ilich@ruderecords.com,  ruderecords.com, Instagram | Facebook | Twitter.