IL PENSIERO MEDITERRANEO

Incontri di Culture sulle sponde del mediterraneo – Rivista Culturale online

Il nuovo Regolamento UE sull’Intelligenza Artificiale

Intelligenza Artificiale: l’approccio della Commissione europea

“Eccellenza” e “fiducia” sono le due parole d’ordine che, a livello europeo, caratterizzano i lavori sull’Intelligenza Artificiale” (IA, o in inglese Artificial Intelligence – AI), volendo la Commissione Europea «rafforzare la ricerca e la capacità industriale».  

L’Intelligenza Artificiale rappresenta, oggi giorno, un’area di importanza strategica ed un motore fondamentale dello sviluppo economico, ben potendo creare già tante soluzioni a molte sfide (solo a titolo di esempio, trattamento delle malattie, riduzione dell’impatto ambientale dell’agricoltura, ecc.). 

Non pochi sono, tuttavia, gli impatti socioeconomici, legali ed etici della IA: tutti temi da affrontare con estrema attenzione. 

Ecco che come si legge testualmente in un comunicato «Gli Stati membri e la Commissione devono collaborare per rimanere all’avanguardia di questa tecnologia. Se sviluppata e utilizzata all’interno di un ecosistema di eccellenza e fiducia, l’IA europea può essere competitiva a livello globale, rispettando allo stesso tempo i valori europei».

Intelligenza Artificiale e GDPR: quali sinergie

L’alta qualità dei dati costituisce senza dubbio un fattore chiave,  al fine di migliorare le prestazioni e costruire modelli robusti a supporto dei sistemi di IA.

Oltretutto, la Commissione Europea è al lavoro per garantire una chiarezza/certezza giuridica nelle applicazioni basate sulla AI, specie per quanto concerne il trattamento dei dati.

Ecco che AI e GDPR si incontrano dal momento che il Regolamento UE 679/2016 costituisce un passo importante verso la costituzione di una piena fiducia (accountability) da parte dell’Interessato.

La Commissione Europea, anche per questo motivo, accoglie con favore altre iniziative volte a creare detto valore nell’IA, quali:

Per chi volesse approfondire ulteriormente la tematica qui riportata, potrà farlo seguendo questo link:

Il Regolamento UE Sull’Intelligenza Artificiale | Unolegal