IL PENSIERO MEDITERRANEO

Incontri di Culture sulle sponde del mediterraneo – Rivista Culturale online

La bella via in foto, nel centro della Lecce antica, è dedicata al poeta leccese Pietro Belli (1680 – 1750)

di Giorgio Mantovano

Laureatosi  a Napoli,  dove ebbe occasione di conoscere e frequentare il filosofo Giambattista VicoPietro Belli fece presto ritorno nella città nativa,  dedicandosi all’attività letteraria, con speciale interesse allo studio della lingua latina. 

Sposò Isabella Castriota Scanderbeg (1704 – 1749), di nobili origini, donna colta e di gran classe, che coltivò la poesia in un ambiente gravido di pregiudizi e  chiuso all’emancipazione femminile. 

Pietro ed Isabella furono componenti della celebre Accademia degli Spioni, fondata a Lecce intorno al 1683, la cui filosofia, bene espressa dalla presenza del sole, della luna ed anche di un cannocchiale nello stemma, si fondava sulla dialettica ragione – esperienza, svincolata da ogni autorità precostituita.

Separatore di testo